rimedi contro insonnia

Erboristeria: un aiuto contro l’insonnia

Per quanto possiamo diventare digitalizzati e tecnologizzati, il nostro corpo rimarrà sempre profondamente legato alla natura e ai suoi ritmi. Con l’arrivo dell’autunno ti starai sicuramente accorgendo degli effetti sul fisico e sulla mente dovuti al cambio di stagione: le giornate che iniziano ad accorciarsi, il calo della temperatura, l’aria più frizzante, l’umidità che preannuncia le pioggie e le nebbie autunnali che verranno, gli alberi che iniziano a imbrunirsi, rallentando i propri ritmi in preparazione per l’inverno.

Uno degli aspetti della nostra vita più influenzato da queste condizioni è quello del sonno: i nostri ritmi di sonno e veglia accusano in particolar modo del cambio di stagione, con la clessidra delle nostre 24 ore giornaliere che iniziano a sgocciolare lentamente i minuti di sole in favore di quelli notturni.

In questa situazione, il modo migliore per rientrare in contatto con la natura è affidarsi alla natura stessa: l’erboristeria offre vari rimedi per ritrovare il benessere fisico e combattere l’insonnia, contrastando gli effetti del cambio di stagione, oltre che di stress e di nervosismo che possono causare la perdita del sonno.

Vediamo alcuni rimedi naturali facilmente reperibili per combattere l’insonnia, oltre a quelli di cui abbiamo già parlato:

  • Camomilla: il grande classico dei rimedi per l’insonnia, è ancora oggi quello più utilizzato ed è difficile trovare una casa in cui non ci sia almeno una bustina con i fiori di questa pianta; è importante sapere, però, che un tempo di infusione eccessivo può trasformare gli effetti della camomilla da rilassanti a stimolanti, negando lo scopo di conciliare il sonno con una tazza calda di questa bevanda. La camomilla è anche utile come antinfiammatorio, locale e interno, che dà sollievo in particolar modo nel caso di nevralgie
  • Valeriana: altro rimedio profondamente radicato nella nostra cultura, le radici di questa pianta possiedono proprietà sedative e calmanti, utili per combattere l’insonnia; può essere usata in infusione un’ora prima di andare a dormire (in genere la si trova in buste contenenti altre piante con proprietà simili) oppure come tintura madre a estratto secco, contenente alcool
  • Lavanda: nota soprattutto per il suo delicato e avvolgente profumo, la lavanda ha una lunga tradizione terapeutica grazie alle sue proprietà antiemetiche, antisettiche, analgesiche e antinevralgiche; viene anche considerato come blando sedativo e il suo profumo ha un comprovato effetto rilassante; avere piante di lavanda o diffusori dei suoi oli essenziali aiuta a combattere lo stress e ritrovare la serenità prima di andare a dormire
  • Biancospino: i fiori di questa pianta della famiglia delle Rosacee vengono utilizzati per preparati utili contro ansia e patologie cardiache lievi, grazie ai suoi effetti antinfiammatori, cardiotonici, sedativi e antiossidanti; il suo efficace effetto contro lo stress aiuta a trovare la serenità ideale per dormire tranquillamente
  • Melissa: questa pianta erbacea ricca di tannini e flavonoidi viene utilizzata per la preparazione di liquori e di tisane; in quest’ultimo caso, sono pensate in virtù degli effetti antispasmodici, digestivi, antidepressivi e sedativi, calmando il corpo e la mente per trovare più facilmente il sonno una volta andati a dormire

Questi rimedi, però, non sono da considerare universali! Ognuno di noi è diverso, quindi prendili come spunti generali: rivolgiti sempre a un medico o a un farmacista per disturbi del sonno, saprà consigliarti la soluzione più adatta per te.

Accompagna il sonno ritrovato con IRO, il materasso in memory foam: provalo subito e se non fa per te puoi restituirlo entro 120 notti!

Acquista IRO